Logo Coral
Italiano

Impianto aspirazione e filtrazione COV con postcombustore

  • Tipologia impianto:
    • Aspirazione e filtrazione COV
  • Portata d'aria:
    •  700 mc/h
  • Tipo di filtro:
    • Prefiltro a tasche mod. CLEAN
    • Postcombustore
  • Ventilatore:
    • PRVM 400/2 - 2,2 kW

 

impianto aspirazione filtrazione COV

 


Descrizione generale:

Per l'aspirazione e la filtrazione dei COV derivanti da macchina di verniciatura è stato realizzato un impianto come segue:

il flusso d'aria inquinata proveniente dall'uscita della macchina di verniciatura è portato inizialmente ad un prefiltro a tasche, il quale elimina eventuali residui polverosi o morchie di verniciatura derivanti dalla lavorazione.

 

Un postcombustore è quindi impiegato per l'abbattimento con elevata efficienza delle sostanze organiche volatili e del CO.

Un ventilatore ad alto rendimento crea la necessaria depressione per garantire l'aspirazione e convogliare l'aria filtrata all'esterno tramite camino di scarico, realizzato in acciaio INOX.

 

Dati di progetto Post Combustore:

 

 Portata d’aria

 700 Nm3/h

 Temperatura di ingresso fumi da trattare

 20-30°C

 Tenore di COV

 5.000 mg/Nm3

 Combustibile disponibile

 Metano di rete

 

L'impianto è destinato al trattamento di 700 Nm3/h di aria inquinata dalla presenza di solventi ad una temperatura pari a 30°C.

Il combustore è dotato di una soffiante per fornire una portata di aria costante, mentre la camera di combustione è dotata di rivestimento in mattoni isolanti e pannelli di fibra ceramica.

La temperatura di progetto del postcombustore è pari a 750°C, dimensionato per un tempo di permanenza di 1 secondo, in modo da consentire la completa ossidazione delle sostanze organiche volatili contenute.

Si utilizza un bruciatore a gas, con funzionamento modulante, in grado di operare anche con notevoli eccessi di aria. Una parte dell'aria di processo viene inoltre usata come aria di costruzione.


 

post combustore impianto aspirazione filtrazione COV

 


Principio di funzionamento:

Il flusso di aria è diviso in due parti: una parte entra direttamente nel postcombustore mentre la rimanente è convogliata, tramite un ventilatore, attraverso il bruciatore che funziona pertanto con aria fissa e gas modulato.

Il sistema prevede l’autorecupero di una parte dell’entalpia dei fumi per preriscaldare l’aria in arrivo dalla temperatura di 30°C alla temperatura di 350°C. Questo viene ottenuto facendo passare l’aria in uno scambiatore di calore in controcorrente con i fumi in uscita dal postcombustore.

 

Il bruciatore è completo di rilevatore di fiamma, sistema di accensione, servocomando di modulazione del gas metano/aria comburente, ventilatore dell’aria comburente completo di motore elettrico e relativi pressostati di sicurezza.

Il pannello di controllo posizionato a bordo dell’impianto contiene i principali indicatori di temperature, la regolazione di temperatura nella camera di combustione in aggiunta all’allarme per la temperatura massima in camera di combustione, la regolazione automatica del bruciatore con automatismi e relativi allarmi.


 

impianto aspirazione filtrazione COV